Visita proctologica: perché è così importante?

La visita proctologica è un esame medico che viene eseguito da un proctologo o da un gastroenterologo specializzato nel trattamento delle malattie del retto, dell’ano e del colon. Questo tipo di visita di solito è raccomandata quando un paziente presenta sintomi o disturbi in queste specifiche aree o anche semplicemente come parte di un esame di routine per la prevenzione delle malattie del tratto gastrointestinale inferiore.

Durante la visita proctologica, il medico effettua un esame fisico delle aree interessate, utilizzando strumenti specifici come ad esempio, l’ano-scopio o il retto-scopio. Questi due strumenti sono stati progettati appositamente per fornire una visione più chiare dell’interno dell’ano e del retto. Così facendo il medico può valutare eventuali anomalie o segni di malattie. L’esame può anche richiedere l’utilizzo di lubrificanti e spesso risulta essere abbastanza scomodo, ma non dovrebbe causare nessun dolore importante.

Come si esegue la visita proctologica - Adobestock.com
Come si esegue la visita proctologica – Adobestock.com

Le ragioni per cui una persona necessita di una visita proctologica possono essere diverse. Scopriamo insieme quali potrebbero essere i motivi principali e quelli più comuni:

  • Diagnosi di malattie: La visita proctologica aiuta a diagnosticare una serie di condizioni, tra cui emorroidi, ragadi anali, fistole anali, polipi, tumori del retto o del colon, infezioni e altre malattie del tratto gastrointestinale inferiore. L’identificazione di queste condizioni può consentire un trattamento tempestivo e migliorare le probabilità di guarigione.
  • Prevenzione e screening: La visita proctologica può far parte di programmi di screening per la prevenzione delle malattie del colon e del retto. La colonscopia, ad esempio è una procedura che consente di esaminare l’interno del colon per individuare eventuali polipi o segni precoci di cancro. La diagnosi precoce del cancro al colon può aumentare in modo significativo le possibilità di successo del trattamento.
  • Monitoraggio delle condizioni croniche: Le persone che presentano malattie croniche dell’ano, del retto o del colon, come ad esempio la colite ulcerosa o la malattia di Crohn, possono richiedere delle visite proctologiche regolari per monitorare lo stato della malattia, ma anche per valutare l’efficacia del trattamento e scegliere le terapie necessarie.
  • Sintomi e disturbi: Se si hanno sintomi come dolore anale, sanguinamento, prurito, secrezioni, cambiamenti nel movimento intestinale oppure altri disturbi correlati al tratto anale o rettale, la visita proctologica è necessaria per determinare la causa dei sintomi e scegliere il trattamento giusto.

La visita proctolgoica come viene eseguita

Molto spesso notiamo che la visita proctologica può essere un argomento abbastanza sensibile per la maggior parte delle persone, ma è molto importante superare eventuali imbarazzi o timori per iniziare le cure mediche adeguate. I medici specializzati in proctologica sono senza dubbio professionali e si dedicano a garantire la privacy e il comfort dei pazienti durante questo esame. La visita proctologia è molto importante, ma come viene eseguita?

Si parte con un colloquio iniziale, che serve ad individuare con accuratezza i sintomi presentati dal paziente e dunque i motivi per i quali si è recato dal medico. Si prosegue poi, con la fase di ispezione diretta della parte interna ed esterna dell’ano. Questa fase è conosciuto come “l’esplorazione rettale” e viene effettuata chiedendo al paziente di sdraiarsi sul fianco sinistro. Questa si può eseguire sia in forma diretta, in questo caso il medico utilizza un guanto lubrificato, sia tramite uno strumento endoscopico, ovvero tramite anoscopia o rettoscopia. In entrambi i casi il paziente non sentirà nessun particolare dolore.

Quanto dura la visita - Adobestock
Quanto dura la visita – Adobestock

Nella fase finale della visita, viene formulato un parere da parte del medico. La valutazione specialistica può esaurirsi con la prescrizione di una terapia da parte del medico o con la richiesta di accertamenti specialistici, tipo una colonscopia o RX. 

Quanto dura la visita?

Di solito una buona visita proctologica ha una durata media non inferiore ai 45 minuti. Il tempo però può subire delle importanti variazioni a seconda della situazione di ogni paziente. Gli specialisti però, nella maggior parte delle volte dedicano al paziente un periodo di tempo non inferiore ai 60 minuti.