Supporto psicolologico: apre il primo Pronto soccorso a Milano

Nasce il primo pronto soccorso per le emergenze emotive e il benessere di tutti i giorni a Milano. Questo centro è sorto come progetto selezionato due anni fa dal programma di crowdfunding dell’Università Bicocca di Milano. Si trova negli spazi della fermata Isola della metropolitana M5 del capoluogo lombardo aprirà Relief. Sarà accessibile sette giorni su sette, dalle 8 alle 20, senza appuntamento. Sul sito www.reliefitalia.it sarà possibile prenotare le sedute da effettuare online, attraverso uno studio virtuale. Lo scopo di Relief è, come dice il nome, il sollievo rapido, cioè l’uscita dalla crisi del momento, lo “switch”, la modulazione dell’emozione. Tutto in trenta minuti.

Il nuovo modello di intervento per il supporto psicologico

Il team di psicologi del centro adotta un modello di intervento che trae spunto da due tradizioni cliniche internazionali e integra una miscela di psicotecniche come l’ipnosi clinica rapida, la realtà virtuale, il biofeedback e una dotazione di device tecnologici dedicati alla gestione fisiologica delle emozioni.

Le tre tipologie di pubblico (maggiorenne) a cui si rivolge il servizio

Il destinatario principale del supporto è la persona cui è successo realmente e di recente qualcosa di sgradevole: interruzione di una relazione, lutto, delusioni, litigi, incidenti, mobbing, bullismo, aggressioni, insomma grandi e piccoli traumi reali e puntiformi. Il secondo target è costituito da persone che hanno avuto una giornata storta perché si sentono invase da ansia, rabbia o tristezza e non sanno come gestire l’emozione. Il terzo pubblico è composto da persone che stanno bene e hanno voglia di dedicarsi uno spazio e un tempo di relax fisico e mentale ad alta tecnologia. A tutti, al termine della seduta, viene fatta scaricare un’app con esercizi su misura per prolungare gli effetti delle sedute anche a casa. Le tariffe sono agevolate per under 25 e over 65.

Più del 70% delle persone che si recano al Pronto soccorso ordinario

I molti temono una crisi cardiaca è in realtà preda di uno stato d’ansia o di panico non riconosciuto e non gestito. In Italia il numero di persone che lamentano un disturbo psichico si avvicina a 18 milioni. Il 14,8% degli italiani che non hanno già un disturbo ha però un’elevata probabilità di manifestare nel breve e medio termine sintomi ansioso-depressivi: sono circa 5,5 milioni di persone. E la pandemia in corso ha probabilmente modificato queste statistiche in senso negativo.

La missione di Relief

Per Relief la salute mentale intesa come lo stato di benessere quotidiano in cui una persona può realizzarsi a partire dalla proprie capacità, affrontare lo stress della vita di ogni giorno, lavorare in maniera produttiva e contribuire alla vita della sua comunità. Imparare a modulare le proprie emozioni con un giusto supporto psicologico è la base per gestire la propria vita.