Pasta senza sale? Ecco come renderla saporita

Cucinare senza sale o almeno diminuirne la quantità non significa rinunciare al gusto. Qui vi diamo alcuni consigli. Puoi ridurre l’uso di sale senza sacrificare il sapore. Tagliare il sale può essere impegnativo, ma puoi controllare il sodio nella tua dieta con un po’ di sforzo e alcuni suggerimenti strategici. Ecco i nostri sei consigli per condire i tuoi piatti a casa con meno sale. Se stai cercando di ridurre l’assunzione di sodio, puoi aggiungere altri tipi di condimento all’acqua per aiutare a infondere la tua pasta. Le alghe sono solo l’inizio, però. Esistono comunque una manciata di altri semplici ingredienti nella manica per aumentare il sapore.

Aggiungere succo di limone o arancia ai tuoi piatti li renderà più gustosi e li arricchirà… come se fossi in Costiera Amalfitana. Utilizzare la frutta intera, il succo e la buccia, in quanto è la buccia che contiene la parte aromatica. L’aceto è il perfetto sostituto del sale. La sua acidità esalterà verdure, carni e pesce. Abbiamo una splendida collezione di aceto balsamico: delicato e molto gustoso. Ravviva il tuo cibo e aggiungi sapore senza accumulare calorie vuote o sale. Spezie come pepe, peperoncino, aglio e noce moscata sono perfette, hanno molte proprietà medicinali e aiutano la digestione.

La cucina italiana prevede l’uso di molte erbe aromatiche. Nelle dispense delle case italiane non mancano mai basilico, rosmarino, origano, prezzemolo, timo, salvia, alloro ed erba cipollina. Li troverai spesso freschi, in grappoli profumati. In italiano li chiamiamo “gli odori”, letteralmente “i sapori”. Trita le erbe e mescola l’olio extra vergine di oliva: questo olio alle erbe è delizioso con verdure grigliate di stagione, pesce o carne. Crea vinaigrette leggere e senza sale semplicemente usando aceto, limone e aggiungendo alcune erbe aromatiche a piacere. La tradizionale vinaigrette italiana mescola olio extra vergine di oliva, pepe, aceto e un pizzico di sale. Prova a saltare il sale! Spesso è semplicemente una questione di abitudine.

Perché quando si insaporisce l’acqua di cottura della pasta, in sostanza si fa un brodo molto scarno di cui la pasta alla fine assorbe poco. Sì, il liquido dal sapore delicato può attaccare la superficie dei noodles, ma sciacquali (come faresti con il soba) e l’effetto viene eliminato. È ancora un bel trucco da festa se vuoi dei noodles al gusto di paprika appena rilevabili (profumati?). E potrebbe essere una base divertente per un’insalata di pasta. Ma per ottenere il massimo sapore da erbe, spezie, scorza di limone e altri ingredienti che vuoi usare per insaporire i noodles, è meglio applicarli agli stessi noodles cotti, piuttosto che diluire il loro potere in acqua che farai alla fine buttare fuori.

Le verdure possono essere utilizzate per un sapore più forte come il finocchio o la radice di sedano. Eviterei verdure come cavoli, broccoli, rape, perché possono essere troppo diverse o forti e cambiare davvero il sapore del piatto. Spicchi d’aglio – facili e veloci, sbucciati o con la buccia, pochi o molti funzioneranno praticamente per un brodo d’aglio. Vino bianco – non vino da cucina poiché di solito ha un cattivo sapore e ha l’aggiunta di sale. Usa qualcosa con un buon sapore ma non troppo forte. Di solito evito il vino che è stato invecchiato in rovere per questa tecnica. A seconda di cosa stai cucinando, puoi aggiungere vino rosso o un vino rosato, ma ricorda che trasformerà tutto in una sorta di rosso o viola.