Leucorrea gravidica: che cos’è, cause e rimedi

Durante il periodo della gravidanza gli ormoni di una donna producono tanti cambiamenti nell’organismo, tra questi ad esempio, c’è un aumento delle secrezioni prodotte dalla mucosa della vagina e del collo dell’utero. Si tratta, in realtà di un fenomeno fisiologico, che spesso viene confuso con il sintomo di un’infezione genitale. Per questo motivo è molto importante imparare a distinguerli in modo da sapere qual è la cura corretta. La leucorrea gravidica non è diversa dalla comune leucorrea fisiologica, infatti abbiamo detto che si presenta come una secrezione vaginale:

  • di colore bianco intenso o semitrasparente,
  • inodore,
  • di consistenza liquida,
  • non presenta da sintomi,
  • più o meno abbondante in base agli ormoni  o l’influenza di altri fattori.

In linea generale però la leucorrea gravidica resta solamente una manifestazione naturale senza pericoli per la salute della futura mamma e del piccolo. La sua presenza infatti, si associa ad un’ottima lubrificazione e protezione della mucosa interna marginale. Queste sono delle condizioni molto utili quando siamo al termine della gestazione.

Perdite bianche in gravidanza - Foto di MART PRODUCTION/ Pexels.com
Perdite bianche in gravidanza – Foto di MART PRODUCTION/ Pexels.com

Le cause

La leucorrea gravidica è la conseguenza di una maggior produzione di estrogeni da parte del corpo durante il periodo di gravidanza. È fondamentale per mantenere la mucosa interna della vagina lubrificata, nella fase di gestazione. Le secrezioni servono sia ad ammorbidire le parti degli organi genitali che a favorire la pulizia interna. Questo fa sì che la vagina produca più secrezioni. La leucorrea gravidica è diversa dal tappo mucoso che si presenta di colore bianco con striature rosse o rosate, in alcuni casi anche di colore giallo. Il tappo si forma all’interno del collo dell’utero durante il periodo di gravidanza e serve a proteggere il feto.

La leucorrea invece, è trasparente o di un colore leggermente giallastro acquoso e inodore. Continua ad essere presente fino a quando il bambino non nasce. Se la gravidanza è a meno di 34 settimane e si pensa di aver rotto le acqua è importante contattare immediatamente il proprio ginecologo.

Quando compare

La leucorrea gravidica si presenta dalla prime settimane di gravidanza, non appena si verifica l’aumento della produzione di estrogeni, ma diventa man mano più probabile e abbondante con l’avvicinarsi del parto.

I rimedi

Può succedere che le perdite da leucorrea gravidica risultino molto fastidiose, per questo motivo sarebbe utile usare ogni tanto dei salvaslip. Al contrario, l’utilizzo degli assorbenti è sconsigliato in gravidanza perché possono irritare la vulva. Per questo il consiglio è di usare i salvaslip ma non sempre. In alternativa è necessario e utile:

  • Mantenere una corretta igiene intima
  • Cambiare l’intimo sudato o costumi da bagno bagnati
  • Evitare pantaloni troppo stretti, leggings e biancheria intima in materiali sintetici
  • Non usare bagnoschiumi, carta igienica profumata, spray per l’igiene femminile e saponi profumati o deodoranti

Per prevenire infezioni associate a leucorrea gravidica si può procedere anche con alcuni rimedi naturali, sempre consigliati dal proprio ginecologo o medio di fiducia, come ad esempio:

  • Tea tree oil: per le infezioni batteriche e fungine
  • Calendula: per la pulizia della pelle
  • Acido ialuronico: per contrastare perdite abbondanti da leucorrea gravidica, idratare e proteggere i tessuti vaginali
  • Bergamotto: olio antisettico efficace contro le infezioni