Epicondilite: ecco quando si verifica il cosiddetto “gomito del tennista”

Il gomito del tennista è una condizione che provoca dolore intorno alla parte esterna del gomito. È clinicamente noto come epicondilite laterale. Accade spesso dopo un uso eccessivo o un’azione ripetuta dei muscoli dell’avambraccio, vicino all’articolazione del gomito. Potresti notare dolore all’esterno del gomito, che può spostarsi lungo l’avambraccio quando: sollevando o piegando il braccio; quando si afferrano piccoli oggetti, come una penna; quando si torce l’avambraccio, ad esempio girando la maniglia di una porta o aprendo un barattolo.

Va ricordato che solo il 5% delle persone affette da gomito del tennista attribuisce l’infortunio al tennis! I sovraccarichi contrattili che sollecitano cronicamente il tendine vicino all’inserzione sull’omero sono la causa principale. Si verifica spesso in attività ripetitive degli arti superiori come l’uso del computer, il sollevamento di carichi pesanti, la pronazione e la supinazione forzate dell’avambraccio e le vibrazioni ripetitive. Nonostante il nome, vedrai comunemente questa condizione cronica anche in altri sport come squash, badminton, baseball, nuoto e eventi di lancio sul campo. Anche le persone con movimenti unilaterali ripetitivi nel loro lavoro come elettricisti, falegnami, giardinieri, lavori da scrivania sono comunemente affetti da questo disturbo dell’articolazione.

La diagnosi di gomito del tennista
stock.adobe.com

Dovresti evitare l’attività che causa il dolore fino a quando i tuoi sintomi non migliorano. Se il dolore al gomito non scompare dopo alcuni giorni di riposo, visita un medico di famiglia. Il medico di base verificherà la presenza di gonfiore e dolorabilità ed eseguirà alcuni semplici test, come allungare le dita e flettere il polso mentre il gomito è disteso. Se il medico di base ritiene che il dolore sia dovuto a un danno ai nervi, possono essere eseguiti ulteriori test, come un’ecografia o una risonanza magnetica. Il gomito del tennista migliorerà senza trattamento (una condizione autolimitante), ma ci sono trattamenti che possono migliorare i sintomi e accelerare il recupero. Dovresti far riposare il braccio infortunato e interrompere qualsiasi attività che causa il problema.

L’articolazione del gomito è formata da tre ossa: l’omero (l’osso del braccio), il radio e l’ulna (due ossa dell’avambraccio). All’estremità distale dell’omero ci sono due epicondili, uno laterale (all’esterno) e uno mediale (all’interno). L’area di massima sensibilità è di solito un’area appena distale all’origine dei muscoli estensori dell’avambraccio all’epicondilo laterale. Più comunemente, è coinvolto l’estensore radiale breve del carpo (ECRB), ma altri possono includere l’estensore delle dita, l’estensore radiale del carpo lungo (ECRL) e l’estensore ulnare del carpo. Non è sempre facile evitare di contrarre il gomito del tennista, ad esempio se è stato causato da qualcosa che fai al lavoro. Non mettere troppo stress sui muscoli che circondano il gomito aiuterà a prevenire il peggioramento della condizione. Se il gomito del tennista è causato da uno sport come il tennis o un’altra attività che mette a dura prova l’articolazione del gomito, cambiare la tecnica può alleviare il problema.