Ecco delle valide alternative per sostituire l’olio d’oliva in cucina!

La scelta di olio d’oliva più popolare è Extra vergine (noto anche come EVOO) e fatto da olive spremute.

La nostra dieta mediterranea si basa su alcuni pilastri fondamentali, tra cui vi è di sicuro l’olio extravergine d’oliva. Tuttavia, è possibile benissimo farne a meno, essendoci alternative davvero valide per una sostituzione perfetta. Andiamo a scoprire quali sono! E no, non parliamo del solito buon vecchio burro.

La scelta di olio d’oliva più popolare è Extra vergine (noto anche come EVOO) e fatto da olive spremute. È questa compressione primaria che offre la bontà più cruda del frutto, quindi quando puoi, EVOO è la scelta migliore. Non solo è più robusto nel sapore, ma contiene la maggior parte degli antiossidanti.

Se preferisci un sapore più leggero, l’olio d’oliva vergine è la tua prossima migliore opzione. È il secondo frantoio dell’oliva e di solito è più chiaro nel colore e nel sapore. L’olio d’oliva è di gran lunga l’olio superiore per cucinare grazie alla sua versatilità: puoi cucinarlo, usarlo nei condimenti per l’insalata o anche solo asciugarlo con del pane croccante. Ma quando l’olio d’oliva non è disponibile, ecco le migliori alternative.

A base di carne di cocco pressata, l’olio di cocco è un’alternativa sana all’olio d’oliva. È disponibile in forme non raffinate e raffinate, entrambe contenenti acido laurico benefico. Mentre è un po’ più nutriente dell’olio raffinato, ha un punto di fumo piuttosto basso. Questo lo rende inadatto per friggere e migliore per cuocere o saltare. Fai attenzione quando lo usi, però, poiché ha un sapore di cocco piuttosto forte. Questa può essere una gustosa aggiunta ad alcuni piatti, ma potrebbe non andare così bene con altri!

Non solo l’olio di avocado è un ottimo sostituto dell’olio d’oliva nelle tue ricette, ma è anche molto nutriente! Ricco di acido oleico, un grasso monoinsaturo sano per il cuore, contiene anche molta luteina che ha benefici per i tuoi occhi. E poiché è una buona fonte di vitamine A ed E, fa bene anche alla pelle! L’altissimo punto di fumo dell’olio di avocado lo rende buono per tutto, dal soffritto e frittura alla griglia e scottatura. Ha un sapore relativamente leggero, quindi puoi usarlo nei prodotti da forno senza influire sul loro gusto generale.

Ottenuto dal seme pressato del girasole, questo olio è ricco di acido oleico purché tu ne scelga uno che sia specificamente il 70% o più. Come con l’olio d’oliva, ottieni quello per cui paghi. Le varietà più economiche dei supermercati saranno raccolte e lavorate in modo tale da rimuovere gran parte della bontà del seme originale.

L’olio più popolare nella cucina asiatica, l’olio di arachidi ha pochissimo sapore ed è ottimo per cucinare ad alte temperature. L’olio di arachidi è uno dei pochi oli che non contiene colesterolo, ma come con l’olio vegetale, può essere altamente elaborato e può contenere allergeni di arachidi. Come sostituto dell’olio d’oliva, questo è il migliore per la cottura o la frittura in padella.

La colza, o olio di colza, è fatta da semi di colza pressati. È economico da coltivare e quindi facilmente disponibile, ma sappi questo: un’altra forma di olio di colza viene utilizzata per produrre gasolio. Quindi, se sei un amante dell’olio d’oliva e stai cercando un’alternativa sana, la canola probabilmente non fa per te. Questo tipo di olio è meglio conservato solo per friggere grassi.