Astaxantina: cos’è, a cosa serve e quali sono i suoi benefici

L’astaxantina è un carotenoide naturale appartenente alla famiglia dei pigmenti, che conferisce il caratteristico colore rosso-arancio a molte piante, alghe, pesci e crostacei. È responsabile del colore di numerosi pesci come, tonno, pesce spada e dei crostacei come, gamberi, granchi e aragoste. Il contenuto vaia da specie a specie e da individuo a individuo, poiché tutto dipende dalla dieta e dalle condizioni di vita. In ogni caso,  si tratta di un potente antiossidante e viene spesso considerato uno dei più potenti presenti in natura, ma che non può essere trasformato in vitamina A dall’organismo. Una cosa che vogliamo ricordare è che oggi l’astaxantina sintetica viene principalmente utilizzata come additivo per mangimi animali con l’obiettivo di conferire una caratteristica colorazione.

Abbiamo alcuni crostacei come aragoste, gamberi e granchi che diventano rossi durante la cottura perché l’astaxantina, precedentemente legata a proteine dell’esoscheletro, si libera e diventa disponibile per assorbire la luce e produrre il caratteristico colore rosso.

Salute del cuore - Foto: Adobestock
Salute del cuore – Foto: Adobestock

A cosa serve

L’astaxantina si è dimostrata un ottimo antiossidante per migliorare la salute umana grazie alle sue possibili proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e antineoplastiche. Per essere più precisi, a seguito del consumo o somministrazione della molecola, essa può agire come antiossidante e ridurre quindi lo stress ossidativo, prevenendo l’ossidazione delle proteine, dei grassi e il danno al DNA. In realtà, può anche prevenire l’attivazione di reazioni chimiche che possono condurre alla produzione e rilascio di mediatori dell’infiammazione. Inoltre, è anche in grado di inibire le attività della cicloossigenasi-1, riducendo l’infiammazione.

Grazie alle sue tante e diverse funzioni ha trovato impiego anche in campo dermatologico, grazie ai potenziali benefeci espressi sulla salute della pelle. Poi, è uno dei pochissimi carotenoidi in grado di superare la barriera ematoencefalica, che è una sorta di filtro che separa e protegge la circolazione del sistema nervoso centrale da quella del resto dell’organismo. Infine, è in grado di raggiungere anche l’occhio, dove mette in moto la funzione antiossidante.

 

Quali sono i benefici

L’astaxantina ha numerosi benefici per la salute, tra cui:

  • Azione antiossidante: L’astaxantina infatti, aiuta a proteggere le cellule dai danni dei radicali liberi, che sono molecole instabili che contribuiscono all’invecchiamento e alle malattie croniche.
  • Sostegno alla salute degli occhi: L’astaxantina può attraversare la barriera emato-oculare e concentrarsi nella retina e nella macula dell’occhio. L’assunzione di astaxantina può contribuire a ridurre il rischio di degenerazione maculare legata all’età e a migliore la vista.
  • Benefici per la pelle: L’astaxantina può contribuire a migliorare l’aspetto della nostra pelle, riducendo i segni dell’invecchiamento, le rughe e le macchie scure. Può anche proteggere la pelle dai danni causati dai raggi UV.
  • Supporto al sistema immunitario: L’astaxantina può anche aiutare a migliorare la funzione del sistema immunitario, rendendo l’organismo più resistente alle infezioni e alle malattie.
  • Benefeci per il cuore: L’astaxantina può aiutare a ridurre i livelli di colesterolo cattivo e a migliore la salute cardiovascolare. Può anche ridurre l’ossidazione del colesterolo o le infiammazioni nelle arterie.
  • Riduzione dell’infiammazione: L’astaxantina ha dimostrato anche proprietà antinfiammatorie, che aiutano a ridurre l’infiammazione nel corpo e ad alleviare sintomi associati a condizioni come l’artrite.
Appuntamento con il medico - Foto: Adobestock
Appuntamento con il medico – Foto: Adobestock

L’astaxantina può essere assunta attraverso la dieta, consumando alimenti ricchi di questo carotenoide come salmone, gamberi, alghe e microalghe. In alternativa è disponibile anche come integratore alimentare, sotto forma di capsule o compresse. Tuttavia, consigliamo sempre di rivolgersi ad un medico prima di iniziare l’assunzione di qualsiasi tipo di integratore, poiché potrebbe interagire con altri farmaci e avere controindicazioni in determinate condizioni di salute.